Make up, Reviews, Moda, Eventi

giovedì 6 giugno 2013

Quando lo shampoo si usa senz'acqua... - Dry shampoo...what else?


Buongiorno!!
C'è questo nuovo prodotto: lo shampoo senz'acqua, che giusto ieri sulla mia pagina Facebook ha dato il via ad una conversazione piacevole fra donne - che si lavano, aggiungo -.
Specificarlo è d'obbligo, anche perché diciamocelo, non tutti siamo puliti a questo mondo.
In verità, il cosiddetto "shampoo secco" esiste da molto, lo si trovava di preferenza in farmacia, e veniva usato soprattutto dalle persone più anziane e da chi si trovava in ospedale e non aveva a disposizione la doccia o la vasca da bagno. Quindi, a ben vedere, questo tanto reclamizzato "shampoo senz'acqua" della Garnier altro non sembrerebbe essere che il vecchio detergente polveroso, che lasciava la chioma arida, opaca e onestamente sciapa.
Ma la linea  Fructis, è notizia di questi giorni, ha lanciato sul mercato questo prodotto quasi fosse la scoperta del secolo, per di più esaltandone le qualità ed anche l'utilità.


Chiariamoci subito: se non ci si lava perché si è pigri, perché si è sporchi per natura o perché si vuole risparmiare sulla bolletta dell'acqua (ebbene sì, esistono anche questi casi...) allora lo shampoo senz'acqua andrebbe bandito, distrutto, o quantomeno nascosto.
Se, invece, viene effettivamente usato solo in caso di emergenza o di estrema necessità... può anche essere utile. Personalmente non l'ho acquistato per fare una prova prodotto, perché l'idea non mi entusiasma. Però, scusate, se mentre camminate un piccione vi prende come bersaglio e... tac, ve la fa proprio in testa? Oppure siete invitate ad un cocktail o ad una serata importante, e guarda caso in casa vostra hanno sospeso l'erogazione dell'acqua? Che fate, ci andate con i capelli sporchi? Molto più probabile che non ci andiate proprio. Quindi, per questi sfortunati casi, e soprattutto se si è in viaggio, lo shampoo secco può comunque essere utile.
Pare, tra l'altro, che questo shampoo non sia paragonabile a quelli di vecchia generazione. Su You Tube e sul web ho trovato delle recensioni positive: dicono che non ha un odore forte, ma solo una leggera e gradevole profumazione al limone, che non lasci residui sulla cute o sulle lunghezze (polvere bianca) e che non secchi il capello. Unica cosa, di certo non dà risultati simili a quelli del lavaggio tradizionale, ma questo in fondo c'era da aspettarselo. L'uso è semplice: basta spruzzare il prodotto  in modo uniforme a circa 15 cm di distanza dai capelli. Aspettare 2 minuti, quindi spazzolare energicamente. 


Concludendo, questo shampoo ha ottenuto delle recensioni positive, sia da parte di blogger che di persone che lo hanno provato ed hanno scritto on line cosa ne pensavano o che hanno postato una video recensione su You Tube.
Lo shampoo senz'acqua della Garnier si trova nella grande distribuzione e costa circa 3 euro.
Un consiglio: se fate attività fisica e quindi sudate, potreste portarlo con voi nella borsa della palestra; in attesa di una doccia rigenerante non potrà che esservi utile come palliativo.

Dimenticavo: se qualcuna di voi lo ha provato, scriva nei commenti la sua esperienza, o comunque cosa pensa del prodotto! :)



Share:

3 commenti

  1. io vorrei capire anche io quali sono le condizioni in cui uno si ritrova senz'acqua, a parte il sahara perchè in molti ospedali c'è il servizio di parrucchiere. pure non capisco perchè sia diventato una moda, visto che non lo produce solo la garnier....

    RispondiElimina
  2. infatti, mistero? Soprattutto potenza dei media che veicolano notizie e pubblicità alla velocità di un nano secondo . e poi ti ritrovi con il "Prodotto Magico" senza sapere perché sia definito tale :)

    Grazie del tuo contributo !!!!

    RispondiElimina
  3. ...che poi si diventi fighe come in quella foto tra l'altro.... :D Naaaa,no me gusta! nemmeno per viaggi e in ospedale..
    Ale

    RispondiElimina

© Non solo vestita | All rights reserved.
Blogger Template Developed by pipdig