Make up, Reviews, Moda, Eventi

martedì 5 marzo 2013

David Bowie Is: Bowie in mostra dal 23 marzo


Tutti ne parlano e non potrebbe essere diversamente, visto che David Bowie ci sta regalando un lavoro immenso, realizzato durante questi anni di silenzio musicale e di assenza dalle scene. "The next day" è la sua ultima creatura, e a partire dalla fine di marzo a Londra sarà possibile visitare una mostra dedicata interamente a Mr Stardust: dal prossimo 23 marzo al 28 luglio 2013 il Victoria & Albert Museum ospiteranno una grande mostra dal titolo David Bowie is. Un omaggio al duca bianco a 40 anni dal successo di Starman.


In mostra oltre 300 pezzi del suo archivio personale tra cui testi scritti a mano, costumi originali, moda, fotografia, film, video musicali, scenografie, strumenti e copertine degli album. In mostra il famoso vestito a strisce del suo Aladdin Tour del 1973 e il celebre abito Ziggy Stardust. David Bowie is esplora i processi creativi di Bowie come innovatore musicale e icona culturale, tracciando il suo stile sempre reinventato attraverso cinque decenni.

Accanto a oggetti di culto in mostra anche gli più oggetti personali, come storyboard mai visti prima, elenchi di testi scritti a mano bozzetti, brani musicali e le voci del diario, che rivelano l'evoluzione delle sue idee creative.

Il suo ultimo pezzo, The Stars are out Tonight


Share:

2 commenti

  1. Leggo il testo del post e scalpito....
    Quando sono stata a Londra non sono riuscita a vistitare il Victoria & Albert Museum per una questione di tempo e ne sono pentita perchè deve essere meraviglioso. Raccoglie tutte le arti del pianeta, intriso di cultura come un vero museo deve essere.
    Poi quando ho saputo che Bowie sarà li con una mostra mi sono emozionata.
    Adoro quel periodo, in realtà adoro l'evoluzione della musica rock e blues dagli inizi degli anni '60, quella che poi è diventata garage, psichedelia, punk e glam.
    Del periodo glam adoro soprattutto il lato fashion, un genere caratterizzato da modelli e colori quasi esasperati.
    Uno stile che non è mai tramontato che viene riproposto tutt'ora, tuttavia mancante di un contesto culturale e musicale forte come quello degli anni '70.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Enza, manca molto anche a me il mood seventies... il glam e tutta l'atmosfera di quel periodo si può rivivere solo ascoltando musica o guardando qualche video dei tempi, molte cose sono cambiate dal periodo dello Studio 54 e da quello della psichedelia.
      Ho apprezzato il film "Velvet Goldmine", anche se forse troppo enfatizzato dai media e diventato quasi un unico simbolo dei tempi.

      Elimina

© Non solo vestita | All rights reserved.
Blogger Template Developed by pipdig